L’irresistibile tentazione del benchmark, anche in ufficio

“Facciamo 500 milioni di fatturato emettendo oltre 60 mila fatture all’anno. Le risorse che si occupano del ciclo attivo sono 21. Vorrei dei benchmark, anche non di settore, per capire se il team è dimensionato correttamente”.

Domande di questo tenore sono comuni e, tutto sommato, assolutamente legittime. Proviamo a fare due calcoli. Se consideriamo la capacità che il team è in grado di esprimere (8 ore per 220 giorni), ne discende un indicatore di “produttività” pari a 1,6 fatture emesse per ora: probabilmente vi cadranno le braccia.

“Ma è chiaro: non è corretto! Il nostro ciclo di fatturazione si compie nei primi 5 giorni del mese successivo alla chiusura”. Perfetto, il nostro indicatore sale a 71,4 fatture per ora: decisamente più incoraggiante.

“Ho sentito alcuni ex colleghi e tutti hanno un dato più alto del nostro. Uno, in particolare, dopo la sostituzione dell’applicativo di fatturazione viaggia a 2 fatture/h su base mensile”. Così, abbiamo ottenuto un riferimento quantitativo. A questo punto, se a voi spettasse la decisione, quale iniziativa vi sentireste di intraprendere?

1. Ricolloco una delle mie risorse
2. Cambio applicativo di fatturazione
3. Faccio Visual Management
4. Analizzo il processo

Like(0)Dislike(0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *