Collaboratore polivalente

Le aziende eccellenti collocano i collaboratori, all’inizio della loro attività lavorativa, e comunque dopo la formazione iniziale, nelle attività che si trovano all’inizio del processo di produzione.

Post Blog

Dopo diversi mesi di esperienza, le risorse passano alla fase a valle. In questo modo, essi possono facilmente identificare le operazioni non corrette nel momento in cui il prodotto arriva alla loro fase produttiva, data l’esperienza maturata nel processo precedente a quello in cui ora lavorano.

In questo modo, l’azienda può ridurre i costi della non qualità fermando il deflusso dei prodotti difettosi. Inoltre, la standardizzazione continua del processo avviene con cicli molto brevi.

Questa è l’origine del collaboratore polivalente. Questa figura non permette dunque solo di avere dipendenti che consentano di aumentare la flessibilità e la produttività, ma anche di ridurre il costo del lavoro.

È importante capire l’origine degli strumenti Lean, per trovare l’applicazione adeguata e più efficace per il proprio business.

Like(1)Dislike(0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *